I primi problemi di salute sono un allarme

“Niente privazioni né salto dei pasti, ma attenta programmazione alimentare ed esercizio fisico. Così son tornato a stare bene con il mio corpo”

Ha tagliato il traguardo della Maratona di New York, coronando il sogno della sua vita. Niente di straordinario, potrebbe dire qualcuno.

Ma di straordinario, invece, c’è molto perché Christian Pircher, noto albergatore pusterese gestore dell’hotel Adler di Villabassa, dodici mesi prima della Maratona pesava 143 chili.

Merito del Metodo Zangirolami che in meno di un anno lo ha rimesso in forma splendida.

Per lui è stata la svolta della vita: era stato il suo stesso medico a metterlo in guardia.

Tutti quei chili potevano compromettere addirittura la sua vita se non fosse intervenuto subito.

È Chrisitan stesso a raccontare la molla che è scattata. “Devo dire la verità: non è stato lo sport a farmi dimagrire. Anzi: da quando ho iniziato ad allenarmi per la maratona ed andare in bici sono addirittura aumentato di 2 Kg. Però quel passo sono riuscito a compierlo solo perché sono riuscito a stare di nuovo bene e ad essere contento e felice, dopo essermi lasciato dietro le spalle 60 Kg di peso”.

“Alla mia età non bisogna esagerare, bisogna vivere e stare bene con se stessi”, ricorda l’albergatore pusterese – . Per me lo sport è un qualcosa in più, che di per sé non c’entra direttamente con il Metodo Zangirolami”. Però è stato proprio grazie al Metodo e al suo dimagrimento che Pircher ha avuto la possibilità di riprendere a fare sport. “Senza il Metodo non mi sarei potuto allenare  e non mi sarei potuto permettere di coronare il mio sogno a New York”.

Il percorso di Christian Pircher con il Metodo Zangirolami era iniziato nel 2015 a seguito di una serie di patologie che lo avevano colpito.

“La mia dottoressa me lo disse chiaro e tondo: se non mi muovevo per perdere del peso sarei andato incontro a dei problemi molto seri, rischiando anche la vita”. Grazie al supporto di un conoscente comune, l’albergatore altoatesino è quindi arrivato a mettersi in contatto con il dottor Ivan Zangirolami. Ed il racconto del suo approccio con il Metodo ricalca pari pari quanto già affermato dai tanti  altri che hanno visto la loro vita cambiare, seguendo i consigli dell’equipe.

“Dopo il primo colloquio informativo ho iniziato il percorso propostomi. Si tratta di un percorso che cambia in meglio le abitudini alimentari e propone un attività motoria semplice e soft che attiva il metabolismo personale.”

“Confesso di non aver mai pesato il mio cibo, pur seguendo naturalmente le regole principali del Metodo. Non ho mai sofferto la fame, ma ho svolto gli esercizi motori in maniera diligente e costante”

Per Pircher come per molti altri dimagrire non ha solo voluto dire star meglio fisicamente ed assumere un  aspetto fi sico più gradevole. “Essendo dimagrito molto anche il mio lavoro ne ha beneficiato.

Prima di tutto perché sono diventato molto più reattivo e dinamico nel corso della mia giornata.”

Il Metodo Zangirolami è una proposta medica che rispetta alla lettera le specifiche normative vigenti riguardanti il dimagrimento.

Ogni centro Zangirolami di fatto e un ambulatorio medico con un responsabile sanitario.

Quando il paziente inizia il percorso, come prima cosa viene invitato ad effettuare accertamenti emato-chimici volti ad individuare il quadro clinico iniziale.

Il Metodo Zangirolami in sostanza va a redistribuire l’alimentazione in base ad uno stato clinico iniziale, abbinando all’alimentazione uno specifico programma per quanto riguarda l’attività fisica. Il Metodo non fa altro che prendere ogni singola persona e seguirla nella sua evoluzione quotidiana. Ogni paziente viene accompagnato individualmente nel suo percorso, tenendo conto di cosa gli piace mangiare e dell’impatto psicologico che il Metodo ha su di lui.

Se hai una storia come quella di Christian Contattaci!